Vitamina C: così importante quanto labile | La Linea del Cibo

Gennaio 6, 2020by Nunzia Tortorella0
0004_vit-c-1280x469.jpg

La Vitamina C (o acido ascorbico) è la più conosciuta delle vitamine. E talmente importante per la Vita che le piante e la maggior parte degli animali sono in grado di autoprodurla a partire dal glucosio. L’uomo ha perso questa capacità nel corso dell’evoluzione, probabilmente perché ne assumeva molta dall’alimentazione.

La sua disponibilità in natura è elevata. Si trova infatti in tutti i vegetali freschi ed in molti tipi di frutta.

Tuttavia essendo sensibile al calore alla luce, all’aria e all’acqua, si degrada rapidamente dopo la raccolta, per cui bisognerebbe ingerire cibi crudi, appena colti.

Benefici

La vitamina C è un potente antiossidante, preserva le vitamine E, A e le vitamine del gruppo B. Protegge dai danni causati dai radicali liberi, pertanto il suo fabbisogno risulta aumentato per i fumatori, per chi consuma dosi eccessive di caffè e/o alcol, per chi vive in città inquinate, per chi è molto stressato.

Inoltre contribuisce alla eliminazione dei i metalli pesanti come piombo mercurio.

Può essere indicata come vitamina “antianemica” perché aumenta l’assorbimento del ferro e la produzione di globuli rossi. E’ inoltre una importante vitamina “anti-infettiva”, in quanto coadiuva in modo specifico la risposta immunitaria modulandola contro gli agenti patogeni.

Risulta essenziale nella riparazione dei tessuti e protegge i vasi sanguigni.

Il ruolo della Vitamina C nello sport

La supplementazione di vitamina C è consigliata per gli sportivi per le sue proprietà anti-infiammatorie, il suo ruolo nella sintesi del collagene e della carnitina. Essa inoltre aumenta l’assorbimento e la biodisponibilità del ferro, migliora l’acclimatazione al calore, ed è un cofattore in alcune reazioni di idrossilazione (es. da dopamina a noradrenalina).

Assunzione giornaliera

L’assunzione giornaliera raccomandata dalla SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) è di circa 60-75 mg negli adulti, per non incorrere nel rischio di ammalarsi di scorbuto. Ma per godere a pieno di tutti i suoi benefici è necessario aumentare il dosaggio ad almeno 500 mg.

Come per tutte le vitamine idrosolubili l’eccesso viene eliminato con le urine ma è bene fare attenzione al sovradosaggio in quanto dosi massicce di vitamina C possono irritare l’apparato digerente, causando nausea ed indigestione.

by Nunzia Tortorella

Dott.ssa Nunzia Tortorella - Biologo Nutrizionista. La mia missione è di aiutarti a vivere una vita più sana, piena di energia e di vitalità. Attraverso l’approccio scientifico ti fornirò gli strumenti per migliorare il tuo benessere generale, con l’ausilio di un’alimentazione equilibrata, naturale ed allo stesso tempo gratificante. Amo il mio lavoro e sarò felice di affiancarti nel tuo percorso di salute e benessere.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


About me

Logo La Linea del Cibo
Dott.ssa Nunzia Tortorella - Biologo Nutrizionista
La mia missione è di aiutarti a vivere una vita più sana, piena di energia e di vitalità. Attraverso l’approccio scientifico ti fornirò gli strumenti per migliorare il tuo benessere generale, con l’ausilio di un’alimentazione equilibrata, naturale ed allo stesso tempo gratificante. Amo il mio lavoro e sarò felice di affiancarti nel tuo percorso di salute e benessere.

Seguimi su Facebook

Facebook Pagelike Widget

Contatti

Napoli Centro - 800143 via Generale F. Pignatelli, 1
(angolo piazza Nazionale)

Napoli Fuorigrotta - 80125 via Tansillo 46
(zona stadio S.Paolo)

Qualiano (NA) - 80019 Via Di Vittorio, 161

Logo Ordine

Numero iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi 080376, sezione A
P.IVA 09816071213
info@lalineadelcibo.it